Il messaggero del re — murmuris
19217
page-template-default,page,page-id-19217,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.1.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive

Il messaggero del re

da un testo di Fabio Bartoli
una coproduzione Murmuris, Teatro Bō e Stamptoscana.it
regia Laura Croce
con Giulia Aiazzi, Luisa Bosi, Matteo Cecchini, Alessio Martinoli, Leonardo Venturi
consulenza musicale Luigi Attademo
scene e costumi Francesco Migliorini
con la collaborazione di Riccardo Caporossi

‘L’imperatore ha inviato a te, a un singolo, a un misero suddito, minima ombra sperduta nella più lontana delle lontananze dal sole imperiale, proprio a te l’imperatore ha inviato un messaggio dal suo letto di morte.’ 

Così Kafka, pensando cosa mai potesse aver sussurrato l’imperatore morente all’orecchio del fido messaggero. Ma ci siamo arresi alla beffa che Kafka ha architettato e la nostra curiosità, come il messaggero, non ha mai varcato le soglie del palazzo. 

Ci ha pensato però Fabio Bartoli, in questo inedito testo straordinario. Il messaggero del re riesce a fendere la folla e a uscire dal palazzo per arrivare a destinazione, dal misero suddito Zacanasse che attende fiducioso la parola del re per trarne salvezza o dannazione.