Mondi Possibili - dal 10 al 14 Ottobre all'Ex Monastero di S.Orsola, Firenze — murmuris
18386
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-18386,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive

Mondi Possibili

10.11.12.13.14 Ottobre 2017

Ex Monastero di S.Orsola
Firenze

Per biglietti e prenotazioni

info@murmuris.it
0039 329 9160071
www.murmuris.itwww.progettimute.it

** IMPORTANTE**

— I posti sono limitati
— La prenotazione è obbligatoria
—Nel costo del biglietto è compresa la visita alla sala degli scavi archeologici
— L’ingresso a tutti gli eventi è da Via Panicale

Dal 10 al 14 Ottobre un programma di teatro, cinema e musica che entra in contatto con lo spazio, protagonista centrale di questa apertura.
S.Orsola, un luogo abbandonato nel cuore di Firenze che nelle sue crepe e precarietà accoglie i linguaggi del contemporaneo.

Un progetto a cura di Murmuris e Associazione Mu.Te

10 – 11 OTTOBRE — teatro

h 19.30
VISITA AGLI SCAVI DI S.ORSOLA
I posti sono limitati / Durata: 45 minuti

h 21.00

IL MIGLIORE DEI MONDI POSSIBILI
I posti sono limitati / Durata: 60 minuti

di Magdalena Barile
uno spettacolo Murmuris e AttoDue – Laboratorio Nove
regia Simona Arrighi, Sandra Garuglieri
con Simona Arrighi, Luisa Bosi, Laura Croce, Sandra Garuglieri

Ogni sera 4 attrici/cortigiane si esibiscono al servizio della loro esigente padrona, Madame. In scena le avventure del Candido di Voltaire, giovane ottimista meta sico a spasso nel peggiore dei mondi possibili: il nostro. In una gara di asservimento volontario le 4 competono per compiacere Madame. Quando Madame viene decapitata nel suo giardino, senza una padrona per
cui esibirsi e con un nuovo potere alle porte, le 4 dovranno decidere cosa fare delle loro esistenze.

12 OTTOBRE — teatro

h 19.30
VISITA AGLI SCAVI DI S.ORSOLA
I posti sono limitati / Durata: 45 minuti


h 21.00
RIGUARDO A.
I posti sono limitati / Durata: 40 minuti

di e con MariaCaterina Frani
drammaturgia Stefania Zampiga
disegno luci Enzo Fascetto Sivillo
costumi Qualcosa da dire
in collaborazione con Via san gallo e il progetto Qualcosa da dire

A. ha uno sguardo vivo. Osserva i luoghi e gli eventi che la attraversano con occhi pronti ad accogliere luce e buio, sospensione e continuità di un vissuto unico nella sua normalità. A. segnata dal genere sin da piccola quando le suore le consigliano di tenere le labbra strette, A. segnata dalla città che la costringe da subito dentro spazi e percorsi.

Nel processo A. moltiplica le ri essioni fra la sé che racconta e la sé che ha vissuto, la protagonista, la narratrice, l’attrice, fra la sé in controllo del proprio racconto e quella che si lascia immergere dentro l’opaco.

13 OTTOBRE — teatro — cinema
VOCI DA UN ANTICO S.ORSOLA
 

h 21.00
CONSORTE DILETTISSIMO

Spettacolo itinerante
I posti sono limitati / Durata: 30 minuti

a cura di Andrea Macaluso
con Giusi Merli

Nel 1517 Maria Salviati de’ Medici si rifugia nel Monastero di S.Orsola per alleviare la solitudine in cui si trova dopo la partenza del marito, Giovanni dalle Bande Nere, per la guerra. Da qui avvia un intenso carteggio con l’amato consorte che rivela a noi la gura potente e sconosciuta di una donna innamorata la cui voce ancora rieccheggia nelle sale del Monastero.

A seguire

IL MESTIERE DELLE ARMI
I posti sono limitati / Durata: 110 minuti
di Ermanno Olmi

14 Ottobre — musica

h 16.30
VISITA AGLI SCAVI DI S.ORSOLA
I posti sono limitati / Durata: 45 minuti

h 18.00
GIRANO VOCI
I posti sono limitati  / Durata: 50 minuti

voce Emiliano Nigi
live-electronics Francesco Canavese
una produzione MU.TE

Girano Voci è uno spettacolo vocale che dà forma a canti spontanei, in strutture circolari, dove la parola perde il suo signi cato e diventa puro suono. Un viaggio che va dalla tradizione popolare alla libera improvvisazione. Un viaggio che va dalla tradizione popolare alla libera improvvisazione, dove il linguaggio si mescola, si confonde, si contamina, per rinascere nuovamente… come un lieve sorriso.