I vicini — murmuris
18282
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-18282,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.1.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive

Teatro Stabile di Bolzano

I vicini

Giovedì 30 Marzo
h 21.00
Teatro Cantiere Florida

Via Pisana, 111r - Firenze

055 7135357

prenotazioni@teatroflorida.it

di Fausto Paradivino

regia Fausto Paravidino
scene Laura Benzi
costumi Sandra Cardini
luci Lorenzo Carlucci
con Iris Fusetti,Davide Lorino, Barbara Moselli, Fausto Paravidino, Sara Putignano
produzione Teatro Stabile di Bolzano
organizzazione e distribuzione Nidodiragno / Coop. CMC
testo commissionato dal Théâtre National de Bretagne

I vicini è una pièce sulle nostre paure. Sulle nostre paure immaginarie, sulle nostre paure reali. Sulle nostre paure reali che sono le nostre paure immaginarie. È una pièce su noi stessi, sugli altri, su noi stessi e gli altri, sui vicini lontani, sulla guerra, su quello che è reale, su quello che è immaginato, su quello che è reale perché è immaginato. Un po’ come certi fantasmi, un po’ come certo teatro. Lui sente dei rumori provenire dal pianerottolo. Cercando di non farsi sentire va a guardare dallo spioncino. I rumori cessano. Ritorna al suo posto. Quando Greta torna a casa glielo dice: mentre lei non c’era lui ha visto i vicini. Com’erano? Lui non sa dire, vedere non è capire, però ne ha paura. Perché? E chi lo sa, se sapessimo esattamente di cosa abbiamo paura, probabilmente paura non ne avremmo.